venerdì 8 dicembre 2017

Media Education: Un lavoro nuovo e divertente

In questo percorso di M.E. dell’anno 2017-2018 abbiamo imparato ad analizzare le pubblicità e a capire la differenza tra le più vecchie e le nuove pubblicità.
Non poteva mancare il lavoro di gruppo in cui bisognava creare uno spot sociale su un valore della vita o semplicemente un concetto.
Successivamente abbiamo valutato i lavori di gruppo imparando l’importanza del lavoro di gruppo

Facciamo i complimenti a Laura Comaschi per il  bel lavoro svolto.
Cristian Galiano e Andrea Foroni (Secondaria di I grado 2°)

martedì 5 dicembre 2017

Caravaggio a raggi x

Lunedì 6 novembre, noi alunni della classe terza liceo, insieme alle classi quarta e quinta, abbiamo avuto l’opportunità di visitare la mostra “Dentro Caravaggio” allestita a Palazzo Reale a Milano.
Giuditta che uccide Oloferne, 1598-1599
Insieme ad una guida abbiamo potuto osservare le opere esposte, tutte accompagnate dalla loro scansione ai raggi X. Infatti la particolarità che ha caratterizzato questa mostra sono state le analisi ai raggi infrarossi di ciascuna tela che hanno così permesso di comprendere meglio la tecnica pittorica dell’artista, mettendo in evidenza la presenza di disegni preparatori, spesso incisi.
Le opere presenti sono davvero bellissime e anche l’allestimento le valorizza ulteriormente.

La mostra terminerà alla fine del mese di gennaio ma se ne avete la possibilità vi consigliamo davvero di andarla a visitare poiché non è cosa di tutti i giorni poter ammirare in una sola volta oltre venti tele di questo importantissimo artista.

Francesca Olivi, Tiziano Roberti e Davide Abbiati
(3° Liceo)


mercoledì 29 novembre 2017

Inquadrare il calciatore

Alcune delle foto scattate ad Alessandro 
Quest’anno noi della classe 1 media durante il percorso di Media Education,attività condotta da Laura Comaschi, abbiamo conosciuto i vari tipi di inquadrature,di piani e abbiamo imparato anche a usare i link.
Grazie a tutte queste nuove “strutture” abbiamo potuto creare una biografia digitale.
La biografia in questione è quella di Alessandro Mallamo.
Alessandro nasce il 22 marzo 1999 a Vizzolo Predabissi,la sua passione per il calcio proviene dalla sua famiglia ,ora gioca all'Atalanta ,con essa ha giocato contro grandi squadre come Inter,Milan,Juventus(squadra che tifa),Barcellona,Bayern Monaco. Nonostante i suoi impegni,sa organizzarsi tra scuola e allenamenti, infatti dopo cena si dedica allo studio.

Le sue materie preferite sono italiano e inglese(non gli piace questa materia ma vuole saper parlare la lingua). Alessandro ha un motto nella vita che lo fa andare avanti con costanza e dedizione: Non arrendersi mai.
 Riccardo Giordano (1°scuola secondaria di primo grado)

venerdì 24 novembre 2017

Assemblea associazione alunni ed ex alunni

Sabato 12 novembre 2017 si è tenuta l’annuale assemblea dell’Associazione “Work in progress” alunni ed ex alunni del Centro Scolastico Giovanni Paolo II, già Istituto Suore Domenicane del SS. Rosario di Melegnano. Ex alunni sono tutti coloro che hanno frequentato le nostre scuole, anche solo le elementari, e che desiderano rimanere in contatto con una realtà che li ha accompagnati nella loro crescita.
Un argomento più volte ripreso durante l’assemblea è stato appunto il rapporto di collaborazione che l’Associazione desidera coltivare tra alunni, ex alunni e la scuola stessa e che può essere realizzato anche attraverso i mezzi di comunicazione che oggi abbiamo a disposizione. Infatti, grazie ai vari social si può rimanere in contatto anche se distanti. Questo rapporto per l’Associazione è molto importante perché è un modo per esprimere gratitudine per quello che in questi anni la scuola ha dato agli alunni soprattutto da un punto di vista umano.


Poi ci si può anche vedere “dal vivo” nei momenti che l’Associazione organizza durante l’anno. Ad esempio lunedì 11 dicembre, dalle ore 19.30 alle ore 20.30 ci sarà l’aperitivo di Natale, al quale sono invitati tutti. E’ però necessario segnalare la propria presenza, telefonando a scuola (02 98 34057) entro mercoledì 6 dicembre 2017.

Mancini Cristiano e Ratti Marco (5° Liceo)

martedì 21 novembre 2017

CAVALLI ARMATI

Albert Moyersoen nell'intento di spiegare
Sabato 11 Novembre siamo andati a visitare Chiesa e Castello di Carpiano nell’ambito di un progetto con il FAI.
A conclusione della visita ci siamo recati alla Cascina Longora, tenuta dalla famiglia Moyersoen, che noi ragazzi abbiamo avuto modo di visitare, grazie alla disponibilità dei proprietari.
Albert Moyersoen, di origine fiamminga, da quando si trova in Italia ha avuto modo di collezionare tutte le bardature dei cavalli usate dai paesi partecipanti durante la Seconda Guerra Mondiale nella quale lui stesso ha preso parte.
Con il suo aiuto abbiamo avuto l'occasione di ascoltare la storia della sua vita a partire dalle sue gare di equitazione fino alla guerra e alle sue conseguenze.

In una sola mattinata siamo riusciti a rivivere un piccolo pezzo di storia passata, che ha influenzato il nostro presente, direttamente da un uomo che l'ha vissuta e ne ha fatto parte.
Una parte della sua collezione


Pamela Mazzone e Maddalena Brusati
(4° Liceo)

martedì 24 ottobre 2017

Leningrado sotto scacco

Una sezione del Museo memoriale del blocco e della difesa di Leningrado .
Durante il nostro viaggio in Russia, abbiamo visitato il “Museo memoriale del blocco e della difesa di Leningrado”. Il museo racconta la situazione di San Pietroburgo, allora conosciuta come Leningrado, durante l'assedio condotto dall'esercito tedesco durante la Seconda Guerra Mondiale. In questo tragico periodo, durato dall'8 settembre 1941 fino al 18 gennaio 1944, gli abitanti di Leningrado vissero nella carestia e nella fame più totale e dovettero combattere per la sopravvivenza, cibandosi di ciò che potevano. Tutto ciò che abbiamo ascoltato ci ha toccato il cuore, soprattutto il numero stratosferico delle vittime che ammontavano a 1.250.000.

Consigliamo dunque la visita di questo piccolo ma interessante museo a tutti coloro che si recheranno a San Pietroburgo, potranno così approfondire la storia di questa bellissima città.

Tiziano Roberti e Andrea Bischetti
(3° Liceo)

Due Passi Con Lo Zar: il museo dell’ Hermitage


Facciata del Hermitage
Durante il nostro viaggio in Russia, abbiamo avuto modo di visitare il museo dell’ Hermitage, allestito in un palazzo un tempo appartenuto alla famiglia reale dei Romanov.
Il palazzo in stile barocco possiede al suo interno molte opere, la maggior parte delle quali italiane, come ad esempio il “Suonatore di liuto” di Caravaggio oppure la “Madonna Benois” di Leonardo da Vinci.
Durante la visita abbiamo scoperto perché in Russia la figura del gatto sia così importante, infatti lo Zar teneva con sé dei gatti per proteggere il palazzo dai topi.
Se vi trovate nei pressi del palazzo verde vi invitiamo a visitarlo.
Non ve ne pentirete!

Alexander Muça, Irene Palmeri

(3° Liceo)